Torna a Bari la 'Primavera Mediterranea'

Da oggi fino a domenica fino a domenica 20 maggio, su via Argiro e, per la prima volta, nella piazzetta antistante il Teatro Petruzzelli, a Bari, tornano le istallazioni verdi di Primavera mediterranea. L'iniziativa, curata dall'associazione Promoverde Puglia con la collaborazione di vivaisti, commercianti, architetti e partner istituzionali, ha come obiettivo principale restituire ai cittadini spazi urbani rivisitati grazie alle installazioni di greening urbano diffuso. Quest'anno, per la settima edizione, - informa una nota del Comune - Primavera Mediterranea si arricchisce del contributo della musica, che renderà gli spazi cittadini ancora più piacevoli da vivere e attraversare. Vivaisti e architetti, infatti, in questa nuova versione dell'evento, si sfideranno a suon di musica per fare di via Argiro un vero e proprio festival musicale in chiave green: per ciascuno dei sette isolati che ospiteranno le creazioni estemporanee, è stato scelto un genere musicale da interpretare attraverso fiori, alberi, piante e installazioni ispirate. I generi proposti per la creazione dei giardini sono: musica classica, musica jazz, musica rock, musica folk, musica soul, musica blues e musica pop. Ciascun giardino sarà ispirato ad uno dei generi musicali proposti e animato dal sottofondo di una colonna sonora di brani legati al genere scelto. "Quella di Primavera Mediterranea si conferma una scommessa vincente per la città -commenta il sindaco Antonio Decaro -. Sin dalle prime edizioni, questa iniziativa ha aiutato tanti cittadini a guardare la città del futuro. Primavera Mediterranea è nata, infatti, con la pedonalizzazione di via Argiro, e ci ha aiutato a far comprendere ai cittadini quanto poteva essere bella quella strada senza le automobili". (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Puglia Positiva
  2. Quotidiano Italiano Bari
  3. Bari Today
  4. Quotidiano Italiano Bari
  5. PugliaLive

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altamura

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...